@manuelbrombin.it

Nato il 29 aprile 1992 a Treviso, città dove risiede fin dalla nascita, con il suo carattere riservato e distaccato fatica a socializzare e passa la maggior parte del tempo con suo fratello minore e sua sorella maggiore. Questo fino alla 4° elementare quando il padre lo iscrive ad un corso di karate aiutandolo così a migliorare la propria autostima. Passano gli anni e Manuel inizia ad appassionarsi alla musica, matematica ed informatica. A 11 anni inizia a suonare il pianoforte come autodidatta, pochi anni dopo si ritroverà a formare un gruppo musicale con dei compagni delle superiori, gruppo destinato a sciogliersi presto per divergenze tra le due voci. 
A 13 anni si classifica secondo  ai giochi matematici provinciali ma solo 11° nella categoria regionale, lo stesso anno in estate partecipa alle regionali di scacchi arrivando secondo.
Passano gli anni e la passione per l’informatica cresce portandolo a dedicarci molto tempo allo studio, in prima superiore configura il suo primo Arduino “uno” insieme a due amici.
In seconda, con il nickname “Cr4shB4nd1c0t”, è uno dei primi pionieri della ormai sciolta community “ItaliansHack”esordendo con i suoi “cheat” per i giochi PC in voga in quei tempi (WarRock, Metin 2, Airrivals), passano solo pochi mesi prima che  si ritrovi a farsi un nome su Inforge e RageZone non più come sviluppatore di soli cheat ma come vero e proprio coder php e perl.



A seguito di eventi in famiglia, all’età di 16 anni, si ritira da scuola per proseguire da autodidatta e solo un anno dopo riprende gli studi serali, qui ritrova nuovi stimoli e con un suo amico fidato fonda “BitConsole” una community dedicata ai videogiochi e programmazione, purtroppo non di molto successo il progetto venne abbandonato fino a scomparire del tutto nel 2010. Pochi anni dopo Manuel si ritrova a lavorare nell’azienda di famiglia e verso la fine degli studi, sente che la passione per l’informatica non lo ha abbandonato, decide così di accettare un incarico di lavoro come operatore per la Gameforge AG società tedesca leader nei giochi MMORPG.
Non passa molto prima che la sua curiosità lo porti a ricreare una nuova community di gioco, quest’ultima volta solida e stabile “GenoWorld”, grazie l’aiuto di un gruppo esteso di amici riesce non solo a sviluppare un retro server di un gioco conosciuto come “AirRivals” ma vedeva la community crescere fino a raggiungere i tremila utenti attivi in gioco e sui vari portali.
Oggi GenoWorld è conosciuta come AceFighter difatti i suoi utenti vennero tutti trasferiti su una community più grande, ben 30mila utenti!


Ormai adulto Manuel trascura in parte la programmazione per dedicarsi, da un lato, ad una nuova passione: i droni, la stampa e la modellazione 3D, dall’altro alla sua vita sentimentale. Colto dal senso di responsabilità mette da parte i sogni e si rimbocca le maniche per far fronte alle spese sempre più “impegnative”, non trovando lavoro come programmatore oggi è assunto presso una azienda che gestisce fondi Sanitari e Previdenziali ma in seconda battuta segue una sua attività di sviluppo web.